Il Marco Polo di Firenze si presenta

 

PRESENTAZIONE DELL'ITT MARCO POLO DI FIRENZE
(per prenotarsi agli Open Day sia per il Tecnico per il Turismo che per il Liceo Linguistico cliccare sul pulsante a lato)

L’Istituto Tecnico per il Turismo “Marco Polo” di Firenze è la prima scuola ad indirizzo turistico nata in Toscana e una delle prime in Italia. Ha maturato quindi una profonda esperienza in questo settore e, da diversi anni, ha attivato anche un corso di Liceo Linguistico. Il Tecnico per il Turismo e il Liceo Linguistico offrono una formazione che prepara gli studenti ad una società moderna e complessa come quella attuale.
Chi si iscrive all’Istituto “Marco Polo” decide di investire nel settore delle lingue ed è orientato ad operare negli ambiti professionali ed artistico-culturali legati al settore turistico o in qualunque azienda che ha relazioni con l'estero. Pertanto la scuola presta particolare attenzione a queste aree della propria offerta formativa e cura le relative attività di PCTO (ex alternanza scuola-lavoro). Lo studio della lingua inglese è obbligatorio per tutti gli studenti. Le altre lingue del piano di studi si possono scegliere tra: francese, spagnolo, tedesco e cinese.

Dall’anno scolastico 2013/2014 è attivo a scuola il progetto Esabac, sia per il tecnico, sia per il liceo: un percorso bilingue che permette di conseguire simultaneamente il diploma di Esame di Stato e il  Baccalauréat (diploma francese).
L'ITT Marco Polo di Firenze ha svolto inoltre un lavoro particolare sugli ambienti di apprendimento, realizzando numerosi murales all'esterno e all'interno e installando arredi particolari nella scuola, provenienti da aziende innovative italiane e straniere. Di seguito un video di presentazione della scuola che ne mostra alcuni ambienti.

Il “Marco Polo” propone viaggi-studio all’estero di una o due settimane, che prevedono scambi linguistici, soggiorni in famiglia, corsi di lingua, stage e numerose attività didattiche e formative. Da qualche anno vengono offerte agli studenti borse di studio Erasmus+ che prevedono soggiorni fino a quattro mesi, completamente gratuiti per gli studenti, in paesi della Comunità Europea. Inoltre la scuola offre corsi di preparazione alle certificazioni linguistiche, attività di conversazione laboratori teatrali in tutte le lingue di studio, oltre che in italiano. Negli ultimi anni sono stati proposti corsi di cinese, russo e arabo e giapponese.
Il Marco Polo ha due sedi, entrambe a Firenze: una in via San Bartolo a Cintoia 19/a (zona Isolotto), l'altra in Lungarno De Nicola 64 (Firenze Sud - zona Obihall). Entrambe le sedi hanno il parcheggio interno, una biblioteca, aule multimediali polivalenti e un bar con possibilità di pranzare e prodotti biologici. In ogni aula di entrambe le sedi c'è una LIM (Lavagna Multimediale). L'orario scolastico del Marco Polo si sviluppa su 5 giorni e prevede il sabato libero.
Il Marco Polo pone particolare attenzione alle relazioni tra le persone. Una serie di attività e di scelte organizzative sono volte a creare un clima di accoglienza e di promozione del benessere. Una équipe di psicologi opera a scuola stabilmente con studenti, genitori e docenti, mettendo in atto una serie di interventi di consulenza e sostegno. Sono inoltre generalmente presenti all'interno della scuola un tutor dell'apprendimento, una nutrizionista, mediatori, educatori.
Per il supporto scolastico, è attivo lo studio assistito, attraverso il quale gli studenti delle classi quarte rimangono di pomeriggio a scuola per aiutare i loro compagni a fare i compiti. La scuola si impegna inoltre su un doppio fronte: da un lato promuove le eccellenze e dall’altro offre aiuto a chi ha particolari esigenze economiche e sociali. Ogni anno vengono assegnati contributi economici per i viaggi-studio agli studenti che presentano l'attestazione ISEE con valori sotto una certa soglia; sono previste riduzioni sui costi dei viaggi-studio per gli studenti delle classi quarte che svolgono le attività di studio assistito e vengono assegnate borse  agli studenti che hanno conseguito la media migliore al termine dell’anno scolastico precedente.
Molta attenzione è prestata alla sburocratizzazione e all'innovazione tecnologica. Basti pensare all'abolizione del libretto delle giustificazione e all'attivazione di una app, che consente di ricevere in tempo reale comunicazioni su voti, compiti e lezioni. 
Cerchiamo quindi di creare una scuola libera, moderna e accogliente, che intende creare un contesto teso a favorire il benessere degli studenti e del personale.